giovedì 28 gennaio 2016

Una fontana...ballerina

Fontana di Nettuno, quand'era ancora in via Medina

Ma chi l'ha detto che i monumenti sono immobili?
Siamo abituati a pensare a essi come manufatti eterni o almeno dotati di lunga vita (ammesso che non ci siano olandesi nei paraggi) e soprattutto stabili, nel senso di fermi al loro posto. Ma è un'impressione falsa, ovvero non applicabile a tutte le vestigia del passato.
Prendiamo ad esempio la fontana napoletana di Nettuno. Quando iniziai le mie esplorazioni adolescenziali di Napoli, acquistai a Port'Alba un libretto molto utile scritto nel 1995, da un tale Gennaro Ruggiero, intitolato "Le piazze di Napoli". Il volumetto dava informazioni storiche, artistiche e perfino toponomastiche delle principali piazze napoletane. Fu così che conobbi la Fontana di Nettuno, che osservate nella foto. Una balaustra circolare che presenta 4 ingressi affiancati da leoni che sorreggono uno scudo e versano acqua dalla bocca, in un bellissimo richiamo di fontane di stile greco. All'interno, poi, troviamo una vasca ottogonale con 4 satiri, figure per metà umane e per l'altra animali, che sorreggono a loro volta la statua del dio Nettuno, contornata da delfini.
Il complesso fu fatto realizzare per volontà del vicerè spagnolo Enrique de Guzman conte di Olivares, che investì della realizzazione lo scultore Domenico Lauria. La parte centrale è stata attribuita a Pietro Bernini, padre di Gianlorenzo, mentre la statua di Nettuno fu scolpita da Michelangelo Naccherino.
E' nota, almeno a me, come la Fontana ballerina, perché ha subito notevoli spostamenti nel corso della sua storia: collocata all'inizio presso l'Arsenale, all'attuale via Nuova Marina, nel 1622 fu trasferita  al Largo di Palazzo, attuale Piazza Plebiscito. Un quindicennio dopo, nel 1637, la troviamo presso Castel dell'Ovo. Nel 1995, quando scrive Ruggiero, era sistemata in piazza della Borsa, attuale piazza Bovio. E, annotavo di mio pugno a fianco allo scritto dell'autore, "veramente, all'11 dicembre 2007 era in via Medina!".
Finalmente a riposo? Macché: mentre scrivo, la fontana adorna la Piazza Municipio recentemente restaurata. E sembra aver trovato finalmente la sua sistemazione...ovviamente, fino al prossimo trasferimento!

Nessun commento:

Posta un commento