domenica 17 aprile 2016

Arte in pillole: Evangeliario di Teodolinda.

Evangeliario di Teodolinda

L'Evangeliario di Teodolinda (VII secolo) è una delle migliori opere dell'oreficeria dell'era longobarda. La tradizione afferma che fu donato dal Papa Gregorio Magno alla regina Teodolinda per il suo aiuto nella conversione al cattolicesimo dei Longobardi. Improbabile dal punto di vista storico (la conversione completa del popolo germanico avvenne molti decenni dopo la morte del Papa e della regina, che pure la iniziarono), la tradizione però presenta l'eco dei buoni rapporti intercorsi tra il Pontefice e la sovrana. L'opera, di cui resta solo la coperta (o legatura), è composta di due placche in oro decorate con smalti, zaffiri, vetrine e 8 cammei. Due croci gemmate spiccano nella composizione, che ne risulta perfettamente simmetrica.
Il manufatto si inserisce a piene nel grande filone delle opere d'arte ispirate dalla fede (e, se vogliamo, anche dalla Realpolitik) presso i popoli germanici. Non è la prima volta che ne parlo sul blog, e difatti ebbi già modo di far notare tale connubbio di arte e fede nel seguente articolo:

I segreti del misterioso altare (clicca QUI).

Nessun commento:

Posta un commento