Ti racconto...

Una strada.
Una lunga curva verso il mistero, verso la prossima avventura. Qui, nella Daunia infuocata dal sole, nella Puglia montuosa, dove l'orizzonte combacia con l'infinito, le strade sono lunghi nastri grigi su un tappeto giallo oro, che s'avanzano verso i paesi, abbarbicati sui monti e su un tempo antico: Motta, Celle, Faeto, Troia, Bovino...
Estremo rifugio per la mente, riposo per la carne, pace per l'anima. Che si perde con voluttà in questi spazi senza fine, e desidera non tornare là, dove il grigio predomina, su corpi e anime. Perché non basta raggiungere il Nirvana: bisogna saperlo anche mantenere. E non tutti i luoghi destato l'esprit giusto.
Puglia, regione selvaggia, assetata eppure così dissetante per chi ha sete di ristoro. Un tempo Cenerentola, oggi regina del Sud. Ben fece lo Svevo a preferirti a tutte le sue terre: volentieri ti avrebbe ceduto il titolo di "Stupor mundi"

Nessun commento:

Posta un commento